Colonna dei contenuti

Pista del Muro di Berlino - Da Lichterfelde Süd verso Griebnitzsee

Mit dem Aufruf des Inhaltes erklären Sie sich einverstanden, dass Ihre Daten an Google übermittelt werden. Weitere Informationen finden Sie in unserer Datenschutzerklärung.

Ingrandimento dell´immagine: Gedenkstein Unbekanntes Maueropfer Knesebeckbrücke
Lapide commemorativa "per una vittima sconosciuta del Muro"
Immagine: SenStadt

Il tratto passa inizialmente a ovest del confine, su quello che era territorio della RDT fino al Canale di Teltow; da lì poi prosegue lungo l’acqua fino al ponte Knesebeckbrücke. Qui la pista cambia lato e passa sull’altra riva. Una lapide commemorativa “per una vittima sconosciuta del Muro” ricorda Roland Hoff, che il 29 agosto 1961, davanti a Wupperstraße a Lichterfelde, voleva attraversare a nuoto il canale per arrivare a Berlino Ovest. Soldati delle truppe di frontiera della RDT spararono quasi 30 colpi sul ventisettenne. Hoff venne colpito alla testa ed scomparve in acqua (fonte: Cronaca del Muro). Per aggirare il porto edile la pista del Muro gira a Sachtlebenstraße allontanandosi dal canale. I battelli passavano di qua per entrare nel posto di controllo sull’acqua. Il 26 aprile 1963 ebbe luogo nelle vicinanze un altro tentativo di fuga. Anche il ventenne Peter Maedler cercò di fuggire a Berlino Ovest attraversando a nuoto il Canale di Teltow. Nelle prime ore del mattino venne notato da sentinelle di frontiera della RDT che aprirono il fuoco su di lui. Maedler venne colpito a morte. I vigili del fuoco recuperarono la sua salma più tardi sul territorio della RDT. Il confine proseguiva ora a nord del canale. La pista ciclabile lo segue su ex territorio di Berlino Ovest fino al lago Buschgrabensee, presso il quale la linea del confine e la pista girano ad ovest.

Ingrandimento dell´immagine: Informationsstelen Peter Mädler und Karl-Heinz Kube
Steli informative
Immagine: Senatskanzlei

In questo tratto dell pista del Muro si ricordano in Paul-Gerhard Straße Klaus Garten, alla riva sud del canale Teltowkanal (allora RDT, oggi Teltow, Brandenburgo) tra Max-Sabersky-Allee e Zehlendorferstraße Roland Hoff e Günter Seling, in Zehlendorfer Straße e al ponte Knesebeckbrücke a Peter Mädler e Karl-Heinz Kube, che vennero uccisi al confine con Berlino Ovest da soldati delle truppe di frontiera della RDT. Le steli informative sono state collocate il più vicino possibile ai punti in cui si svolsero i tentativi di fuga.

Ingrandimento dell´immagine: Raststätte und Reste des Kontrollpunkts Dreilinden
Punto di controllo Dreilinden di Berlino Ovest
Immagine: Senatskanzlei

A Benschallee si trova una lapide commemorativa per “le vittime della divisione della Germania”. Qui la pista del Muro abbandona la linea di confine e porta verso nord fino alla Königsweg, che solo poco prima del punto di controllo Dreilinden di Berlino Ovest coincide con il confine politico, anche se non con il tracciato del muro. Dal ponte Königswegbrücke si gode di un buon panorama sugli edifici del “Checkpoint Bravo”, che gli alleati occidentali dovevano usare nei loro percorsi da Helmstedt (“Checkpoint Alpha”) a Berlino e ora sono sotto protezione come monumenti.

Ingrandimento dell´immagine: Grenzübergang Drewitz
Passaggio di confine Drewitz con il monumento del carro armato, 1975
Immagine: Landesarchiv Berlin 0179911

Il passaggio di confine Drewitz (RDT) si trovava dietro la curva, verso sud. Un pannello di informazioni sulla Pista del Muro di Berlino al ponte Königswegbrücke mostra delle foto che richiamano alla memoria la situazione storica. Da qui vale la pena di percorrere un tratto a piedi di cinque minuti fino all´allora monumento-panzer sovietico che Eckhard Haisch nel 1992, dopo la caduta del Muro, ha trasformato in un´opera artistica. Al posto del panzer si trova adesso uno sgombraneve di fabbricazione sovietica, sul piedistallo sopra l’autostrada.

Ingrandimento dell´immagine: Stele Grenzübergang Drewitz
Stele passaggio di confine Drewitz
Immagine: Senatskanzlei

Nel “punto di comando” ancora conservato dell’ex passaggio di confine della RDT l’associazione Checkpoint Bravo E.V. ha allestito il centro di ricordo e d’incontro di Drewitz / Dreilinden. La mostra “Dal lato AMICO-dal lato del NEMICO” davanti all’ex torre del comandante illustra avvenimenti e percorsi di vita collegati a questo luogo di confine. Un sentiero didattico del confine all’aperto con parti costruttive e reperti originali rende chiara la struttura degli impianti di confine.

Ingrandimento dell´immagine: Mauerweg: Königsweg
Königsweg
Immagine: SenStadt

Al di là dell’autostrada A115 Königsweg continua a passare lungo il confine politico; gli impianti di sbarramento si estendevano in questo tratto a sud della vecchia autostrada.

La vecchia autostrada portava verso Albrechts Teerofen, dove si trovava fino al 1969 il “passaggio di confine Drewitz”. Lì, su un pannello informativo della Pista del Muro, si vedono immagini storiche del passaggio di confine. L’autogrill e i resti del punto di controllo sono ancora conservati. Nelle vicinanze venne ucciso nel 1965 il quarantaduenne berlinese occidentale Hermann Döbler, quando finì per sbaglio con la sua imbarcazione sportiva nelle acque di confine della RDT. Nel tratto di Kleinmachnow steli informative ricordano Hermann Döbler e Holger H..

Ingrandimento dell´immagine: Infotafeln
Steli informative
Immagine: Senatskanzlei

Dal vecchio passaggio di confine si ritorna al percorso principale attraverso l’ultima parte della deviazione. Il percorso porta attraverso Bäke-, Neue Kreis- e Stubenrauchstraße alla Stazione della S-Bahn Griebnitzsee, l’ex passaggio di confine per i viaggiatori in transito. Al punto di incrocio tra il percorso principale e quello secondario una strada senza uscita porta inoltre dentro l’exclave di Berlino Ovest Steinstücken. Essa apparteneva con circa 200 abitanti al settore americano, però si trovava all’interno del territorio della RDT. Simbolicamente vennero stazionati qui tre poliziotti militari dell’esercito americano; la Army Aviation Detachment Berlin teneva sempre pronto un elicottero per contatti per via aerea. Solo nel 1972 Berlino Ovest poté prendere in gestione la strada di collegamento con Steinstücken, che venne ampliata. Un pannello informativo alla Pista del Muro, il Luogo del ricordo per Willi Marzahn su Königsweg ed il monumento dell’elicottero su Teltower Straße ricordano la situazione storica di allora. Il ventunenne Willi Marzahn era sottufficiale dell’Esercito Nazionale del Popolo della RDT, quando decise di fuggire con un collega, il 19 marzo 1966. I due vennero scoperti da sentinelle di confine ed ebbe luogo uno scontro a fuoco. Willi Marzahn venne colpito a morte; il suo amico riuscì a fuggire a Berlino Ovest. Peter Hauptmann venne colpito e ucciso davanti alla sua abitazione in Stahnsdorfer Straße, nel territorio di confine, senza che avesse intenzione di fuggire. Una stele informativa per lui è stata allestita in Bernard-Beyer-Straße, in direzione di Steinstücken.

  • Informazioni sul percorso: a chi vuole visitare il monumento del KZ-Campo di concentramento esterno di Lichterfelde (allora Wismarer Straße 26–36) si raccomanda di iniziare il giro alla stazione della S-Bahn Osdorfer Straße e – dopo la puntata in Wismarer Straße – di ritornare verso la Pista del Muro passando per Ostpreussendamm. Dalla stazione della S-Bahn Lichterfelde Süd si raggiunge invece il percorso passando per Holtheimer e Ahlener Weg. I 15 chilometri che seguono si possono dimezzare andando alla stazione della S-Bahn Zehlendorf attraverso Berlepschstraße. A Benschallee la Pista del Muro abbandona la striscia di confine e porta verso Kohlhasenbrück passando per Königsweg. Attraverso la vecchia autostrada e il ponte ancora rimasto ci si può dirigere anche verso il vecchio passaggio di confine della RDT Nowawes / Dreilinden e Albrechts Teerofen. Da lì si torna indietro alla pista principale attraverso un tratto secondario ristrutturato, nel corso della riva Kremnitzufer. Al punto di incrocio comincia la strada che entra a Steinstücken. Il giro principale porta attraverso Bäke-, Neue Kreis- e Stubenrauchstraße alla stazione Griebnitzsee.

Attrazioni turistiche lungo il percorso

KZ-Campo di concentramento esterno Lichterfelde

Link a: KZ-Campo di concentramento esterno Lichterfelde
Immagine: Bezirksamt Steglitz-Zehlendorf

Nella Wismarer Straße 26–36 al Canale di Teltow si trovava dal giugno 1942 il KZ-Campo di concentramento esterno Lichterfelde. ulteriori informazioni