Il logo del Muro come marchio di qualità

Mauerlogo

Il Land di Berlino e la Repubblica federale tedesca, rappresentati dall’incaricato della cultura e dei media, hanno scelto il „logo del Muro“ dell’agenzia berlinese di design gewerk come risultato di un procedimento di scelta tra proposte concorrenti. Il logo ha ricevuto l’ European Design Award 2008. Lo possono usare le istituzioni di diritto pubblico che si occupano della storia della divisione della Germania e del Muro di Berlino nel campo della ricerca e della diffusione delle informazioni. Il logo del Muro è contemporaneamente un marchio di qualità certificato dal Land di Berlino.

1. A chi può essere attribuito?

L’uso del logo del Muro non è limitato a istituzioni pubbliche. Può essere riconosciuto
come marchio di qualità anche ai privati che offrono prodotti e servizi che rispettano
standard di qualità prestabiliti. Si può conferire la certificazione anche a erogatori
ed a offerte che completano le offerte informative di diritto pubblico attraverso contributi specifici su diversi aspetti del Muro di Berlino, della divisione di Berlino,
della Germania e dell’ Europa.

Si prendono in considerazione pubblicazioni in qualsiasi forma mediale, servizi come p.es. visite guidate speciali, proposte didattiche o istituzioni che si occupano dei seguenti temi, o che su questi temi offrono singole iniziative:

  • il ricordo alle vittime del Muro di Berlino
  • la promozione delle conoscenze e della comprensione della storia del Muro di Berlino, della divisione della Germania e dell´Europa
  • la trasmissione di sapere sui responsabili, sugli attori e sui gestori del sistema di confine della RDT

Nel caso di offerte durature e che mutano nel tempo è necessario ripetere svolgere di nuovo un esame professionale a scadenze adeguate.

2. Standard di qualità

I seguenti standard di qualità sono vincolanti per il riconoscimento del „marchio di qualità Muro di Berlino“ del Land di Berlino, per tutte le istituzioni, erogatori e prodotti proposti, sia pubblici che privati. Si prendono in considerazione pubblicazioni in qualsiasi forma mediale, servizi di offerte informative, scientifiche e pedagogiche, però non offerte puramente artistiche. Le offerte devono contribuire a un confronto duraturo. Bisogna distinguere tra i progetti a breve termine e quelli permanenti. A progetti ancora in fase d’ideazione non si conferirà il marchio di qualità.

1. Il riferimento al Muro di Berlino – e rispettivamente alla storia della divisione tedesca o/e europea – deve essere al centro delle offerte.

  • Se si tratta di conferire il riconoscimento a luoghi o a istituzioni, questi devono occuparsi di questi temi in modo continuativo.
  • I rapporti di proprietà e lo stato giuridico devono essere trasparenti.

2. Il lavoro dell’istituzione e rispettivamente la qualità del prodotto devono soddisfare criteri scientifici.

Di questi fanno parte:

  • la qualificazione scientifica in questo campo nel settore del personale (volontario o remunerato) e/o l’appoggio di consulenti qualificati corrispondentemente
  • la motivazione comprensibile dei contenuti rappresentati a partire dalla saggistica e della letteratura specializzata più aggiornata e/o da fonti primarie
  • una rappresentazione adeguata ed equilibrata realizzata usando una pluralità di prospettive e senza punti di vista pesantemente unilaterali, deformanti o sfalsanti.

Questo non vuol dire che siano escluse forme popolari di rappresentazione.

3. L’elaborazione e la trasmissione dei contenuti deve svolgersi in modo serio, professionalmente adeguato e didatticamente convincente.

Questo significa:

  • va rispettata la dignità delle vittime;
  • sia l‘elaborazione che la trasmissione devono corrispondere allo stato delle conoscenze scientifiche e trasmettere nuove conoscenze;
  • ci si deve rivolgere alle persone da raggiungere in modo adeguato
    alle loro specificità e, nel caso, anche pedagogicamente fondato.
  • Le offerte devono essere facili da usare e per questo vanno anche preparate in un modo visualmente gradevole e con una buona leggibilità dei testi, tenendo particolarmente presente la partecipazione delle persone meno abili. Va data unì importanza centrale all’orientamento sul servizio.

4. Le istituzioni, le offerte e i prodotti qualificati dal marchio dovrebbero fornire un contribuito autonomo e innovativo alla documentazione della storia del Muro di Berlino e al confronto con il Muro e con la divisione della Germania e/o dell’Europa. Di questo fa parte anche la trasmissione di sapere sui responsabili, sugli attori e sui gestori del sistema di confine della RDT.

3. Procedimento di scelta

Candidatura/nomina

  • candidatura diretta
  • nomina attraverso un´istituzione già riconosciuta con il marchio di qualità
  • oppure attraverso la commissione di coordinamento per la concezione generale sul Muro di Berlino della Senatskanzlei (cancelleria dell’amministrazione, Senat, del Land di Berlino)

Documenti da inoltrare

Per decidere la certificazione bisogna inoltrare i prodotti con la loro concezione e descrizione esaustive presso la fondazione Muro di Berlino:

Fondazione Muro di Berlino
Bernauer Straße 111
13355 Berlin
Tel.: + 49 (0) 30 467 986 666
E-Mail

Organo decisionale

La fondazione Muro di Berlino, in accordo con l’amministrazione per la cultura, raccoglie i prodotti e i progetti inoltrati e su questa base indice riunioni a seconda del bisogno. Qui bisogna rispettare scadenze relativamente brevi perchè eventualmente si tratta di progetti „attuali“ solo per un breve periodo.

Un organo decisionale decide in tempi brevi sulle singole domande e conferisce il logo a iniziative e domande; lavora in pieno volontariato ed è composto da rappresentanti di istituzioni diverse, al massimo da 7 persone:

  • un/a rappresentante della Fondazione Muro di Berlino
  • un/a rappresentante della Centrale federale per l’educazione politica
  • un/a rappresentante della Centrale per il lavoro di educazione politica del Land di Berlino
  • un/a rappresentante della Fondazione federale per l’elaborazione della dittatura della SED
  • un/a rappresentante dell’Istituto per la scuola e i media di Berlino e Brandenburgo (LISUM)
  • un/a rappresentante dell’Amministrazione alla cultura
  • un/a rappresentante come perito „esterno“.

4. Uso

Il permesso d’uso del logo del Muro si riferisce solo al prodotto o all’offerta inoltrati. Nell’uso del marchio di qualità Muro di Berlino vanno mantenuti gli standard grafici sviluppati per questo logo. In caso di dubbi bisogna consultare per un chiarimento gli autori dell’allestimento grafico: gewerkdesign

Bildvergrößerung: Verwendung des Mauerlogos
Immagine: Land Berlin

Derivazione e utilizzazione

Punto di partenza per il progetto grafico è la proporzione di un segmento del Muro di Berlino: 3,6m x 1,2m (3:1). Questo segmento viene moltiplicato e contrapposto alla parola “Berliner Mauer” (Muro di Berlino). Togliendo uno dei segmenti si simboleggia l’allora divisione della città in est e ovest e, nello stesso tempo, anche l’apertura del Muro. Il segmento di Muro mancante – spostato verso il basso – serve come elemento grafico da aggiungere a un luogo, un avvenimento o una data.

Si impiegano due varianti del logo:

  1. come marcatura di un’immagine o di una parola con l’aggiunta della denominazione del luogo, dell’avvenimento o della data;
  2. come marcatura di un’immagine o di una parola da solo o con altri logo.

La distanza dalla denominazione del luogo deve essere mantenuta come nell’immagine. La grandezza del carattere dell’aggiunta si orienta sulla grandezza della scritta “Berliner Mauer”. Come carattere si usa fago regular.

Bildvergrößerung: Mauerlogo
Immagine: Land Berlin

Colori

Per far riconoscere meglio il logo del Muro nello spazio urbano si sono stabiliti i seguenti colori:

  • nero oppure bianco in negativo su sfondo nero o colorato
  • pantone 5405 o pantone 418

5. Distribuzione del logo in qualità adatta alla stampa

Fondazione Muro di Berlino
Bernauer Straße 111
13355 Berlin
Tel.: + 49 (0) 30 467 986 666
E-Mail