Aeroporto di Berlino-Tempelhof

Aeroporto di Berlino-Tempelhof

  • Aeroporto di Berlino-Tempelhof© dpa
  • Aeroporto di Berlino-Tempelhof© dpa
  • Aeroporto di Berlino-Tempelhof© dpa
  • Aeroporto di Berlino-Tempelhof© dpa
L’areoporto di Tempelhof, una volta uno dei piú grandi areoporti commerciali d’Europa, viene usato come luogo di tranquillitá e riposo dalla sua chiusura nel 2008. Il campo di aviazione é stato transformato in un vasto parco e gli edifici del areoporto vengono usati per grandi eventi, festival e fiere commerciali. Anche se l’esatto uso di Tempelhof nel foturo non é ancora chiaro questo sito storico rimane il primario monumento del ponte aereo di Berlino del 1948-1949.
Nel giugno del 1948 l’Unione Sovietica cercò di assumere il controllo su tutta la città di Berlino tagliando i collegamenti stradali e ferroviari alla parte occidentale della città. Se l’azione avesse avuto successo, due milioni di persone sarebbero state ridotte alla fame. Ma la reazione dell’amministrazione Truman all’assedio fu immediata: un ponte aereo giornaliero da parte degli Alleati garantì i rifornimenti necessari a tutta la cittadinanza. Oltre 5000 tonnellate di approvvigionamenti atterrarono quotidianamente in città. Il ponte aereo proseguì fino a settembre 1949, quando il governo sovietico rinunciò all’assedio. Ai bambini che si affollavano nei pressi delle piste, così si racconta, i piloti lanciavano caramelle e uvetta, tanto che i bombardieri furono soprannominati “Rosinenbomber”. L’iniziativa colpì l’opinione pubblica e le offerte di dolci si moltiplicarono. Ancora oggi i bambini berlinesi amano ascoltare la storia dei bombardieri di uvetta e dei piloti del cioccolato.
Per molti berlinesi, soprattutto i meno giovani, Tempelhof rimane un simbolo di libertà, toccante tanto quanto la Porta di Brandeburgo. Anche il cancelliere tedesco conservatore Angela Merkel ha dichiarato “per molte persone, e anche per me, l’aeroporto, con il suo monumento alla memoria, è un simbolo della storia della città”. Il sindaco di Berlino Klaus Wowereit, del partito d’opposizione, sembra invece avere a cuore l’aeroporto internazionale Berlin-Brandenburg, che creerà 40 mila nuovi (e necessari) posti di lavoro quando, nel 2011, opererà a pieno regime.
Tempelhof riveste un ruolo importante anche nella storia dell’aviazione. Qui, infatti, gli aerei hanno cominciato a decollare dai primi del ‘900: nel 1909 il pioniere dei cieli Orville Wright diede una dimostrazione di volo su queste piste. La sua storia come aeroporto commerciale comincia invece nel 1923. Dal 1926 Tempelhof ha ospitato la sede centrale della Lufthansa.

Fotogalleria

  • Tempelhof - von 1890 bis heute© Berliner Flughäfen / Archiv
    Flughafen Tempelhof: Damals & Heute
Costruito durante il regime nazional-socialista, tra il 1936 e il 1941, da Ernst Sagebiel, un architetto caro a Hitler, Tempelhof rispetta pienamente lo stile architettonico rigoroso e monumentale di quell’epoca, con tanto di aquile all’ingresso e una terrazza progettata per ospitare fino a un 100 mila persone in occasione di parate militari e dimostrazioni dell’aviazione. Sagabiel è stato citato due volte nel Guinness dei Primati per le sue opere, tra le quali spicca l’ex Ministero del trasporto aereo (più grande edificio d’Europa). Tempelhof fu progettato con l’intento di farne il più grande terminal del mondo e proprio a tal fine gli edifici del 1923 furono abbattuti e sostituiti con un enorme blocco monolitico, realizzato con il lavoro forzato.
Oggi al complesso di Tempelhof si accede da Platz der Luftbrücke (piazza del ponte aereo). Dalla sala partenze, lunga 100 m, si raggiunge il lungo gate (400 m) con un tetto particolare, privo di supporto centrale. Gli hangar si trovano di fianco alla hall e il tetto qui raddoppia la sua superficie, trasformandosi in un’ampia terrazza panoramica. L’aeroporto ospita anche uno storico aereo da ricognizione britannico Hastings. La facciata è tipica dell’epoca in cui è stata realizzata, con una struttura in cemento armato arricchita di pannelli in pietra e filari di finestre.
1975 Tempelhof è stato sostituito da Tegel, noto per il suo originale design. Gli architetti Meinhard von Gerkan, Vokwin Marg e Klaus Nickels idearono un’originale struttura circolare e percorsi d’accesso per le auto, esagonali, che permettono ai passeggeri di raggiungere direttamente i gate di partenza.

Da quando l’uso commerciale dell’areoporto smesse finalmente nel 2008, la cittá di Berlino riacquisí un vasto spazio aperto nel centro della cittá come anche uno dei piú grandi edifice centrali del mondo. Le piste aere sono ideali per attivitá esterne come passeggiare o andare in bicicletta e per goderersi la grande area del campo che si sta gradualmente sviluppando in un parco.

Informazione

Karte

Brandenburg Tor
© dpa

Monumenti di Berlino

Attrazioni, palazzi e monumenti di Berlino con indirizzi, informazioni, immagini e mezzi di trasporto. Inoltre edifici storici, chiese, cimiteri, architettura e sculture. più

fonte: Berlin.de | Il materiale pubblicato (testi, foto etc.) su questo sito è di proprietà di BerlinOnline Stadtportal GmbH & Co. KG o dei suoi licenzianti. La riproduzione, copia, pubblicazione, distribuzione, totale o parziale, è espressamente vietata.

| Aktualisierung: 19. novembre 2015