Sanità

Un uomo con un piede rotto e stampelle alla reception di uno studio medico

Come funziona l’assistenza sanitaria?

L’assistenza sanitaria è un diritto di tutti. Ci sono studi medici e ospedali. Alcuni studi medici curano solo pazienti privati, cioè persone con una assicurazione sanitaria privata. Normalmente gli appuntamenti sono fissati telefonicamente; in caso di emergenza, bisogna rivolgersi ai reparti di pronto soccorso degli ospedali, che sono sempre aperti, anche di notte, nei fine settimana o nei giorni festivi. Se si sta cercando l’indirizzo e i dati di contatto di un particolare ospedale di Berlino, queste informazioni sono disponibili nell’Elenco degli ospedali di Berlino. Un Elenco dei medici a Berlino è disponibile su berlin.de. Molti medici offrono il loro servizio in varie lingue, si consiglia di informarsi presso il relativo studio medico.

Assistenza medica per i rifugiati

I rifugiati che arrivano in Germania sono sottoposti a una visita medica al loro arrivo. Questa visita ha luogo normalmente entro 24 ore dall’arrivo. Il suo scopo è quello di escludere la tubercolosi e altre malattie infettive, di offrire vaccinazioni e di identificare le esigenze di protezione speciale (gravidanza, disabilità). Se il Land di Berlino è competente per la procedura di asilo, al momento della prima registrazione verrà fatta richiesta di una tessera sanitaria elettronica (Gesundheitskarte). Fino al rilascio della tessera sanitaria elettronica (dopo circa 5 settimane), i rifugiati ricevono un certificato provvisorio per prestazioni (Behandlungsschein) della cassa malattia. Per la richiesta di un consulto presso un medico di propria scelta, è possibile usare la tessera sanitaria o il certificato provvisorio per prestazioni della cassa malattia. La Legge sulle prestazioni per i richiedenti asilo disciplina quali sono le prestazioni mediche finanziate.

In genere, i costi delle cure mediche per i rifugiati sono a carico dell’Ufficio del Land per gli affari dei rifugiati (Landesamt für Flüchtlingsangelegenheiten). Tuttavia, non tutte le cure sono prese in carico automaticamente, alcune devono essere richieste presso l’Ufficio del Land per gli affari dei rifugiati.

Negli centri di accoglienza di grandi dimensioni, l’assistenza medica dei rifugiati è garantita direttamente sul posto attraverso i “MedPoints”.

Dopo le esperienze nelle zone di guerra e durante la fuga, molti fuggitivi soffrono di malattie mentali come l’ansia o la depressione. I seguenti centri offrono aiuto e cercano di dare accesso ai rifugiati alla cura di ci si hanno bisogno in tempi i più brevi possibile:

I rifugiati con disabilità possono richiedere gli ausili e le terapie necessarie. Lo sportello centrale è il Berliner Zentrum für Selbstbestimmtes Leben e.V..

Se è necessaria la presenza di un interprete durante la visita medica, è possibile prendersi carico dei relativi costi. È però necessario fare la relativa richiesta.

Gli assistenti sociali aiutano a trovare un interprete o un medico che parla la lingua madre del rifugiato.

Dove devo chiamare in caso di emergenza sanitaria?

Comporre il numero 112 per il soccorso sanitario o i vigili del fuoco. Il numero*110* mette in contatto con la polizia.

I numeri di telefono sono gratuiti e rispondono in qualsiasi momento.

Altri numeri di telefono di Persone da contattare in caso di emergenza sono disponibili sul Portale dei servizi della città di Berlino.

Cosa faccio se non ho un’assicurazione sanitaria (Krankenversicherung)?

Di regola, in Germania esiste un obbligo assicurativo. I beneficiari ricevono una copertura assicurativa i cui costi sono a carico dell’Agenzia del lavoro, del Centro per l’impiego o dell’Ufficio di assistenza sociale.
L’organizzazione Malteser Migranten Medizin Berlin offre cure gratuite e anonime a tutti. Anche il progetto medibüro aiuta in caso di malattia e fornisce cure anonime e gratuite indipendentemente dallo status di soggiorno.
In caso di emergenze urgenti, anche gli ospedali sono tenuti a fornire le cure necessarie. In questo caso, tuttavia, la questione dei costi deve essere chiarita in seguito con l’Ufficio di assistenza sociale.

Cosa faccio in caso di morte?

In caso di decesso, il medico deve dichiarare la morte del suo parente. I soccorritori si prendono cura del cadavere e aiutano a organizzare la sepoltura e, se necessario, la celebrazione funebre. Un elenco delle imprese di pompe funebri è disponibile alla pagina Berlin Finder. In Germania si applica l’obbligo del cimitero, anche le urne devono essere sepolte in un cimitero ufficiale. Si può scegliere tra cremazione o sepoltura. La volontà del defunto deve essere osservata, se questo non implica troppi disagi per i parenti. I parenti devono pagare per il funerale o il funerale è pagato dall’eredità. Inoltre, vi è la possibilità di assunzione dei costi necessari (in base al diritto di assistenza sociale) di un funerale per coloro che hanno l’obbligo del funerale, se questi sono in grado di accollarsi i relativi oneri.

La celebrazione funebre è un fatto molto personale e influenzato dalla rispettiva cultura. Ci sono molte comunità religiose a Berlino che eseguono diversi rituali e alcune hanno i cimiteri propri.