Manifestazioni 2019

Incontro per lo scambio di informazioni sulla ricerca della casa

Il Centro di benvenuto di Berlino sostiene iniziative e persone che a titolo volontario o istituzionale aiutano i rifugiati nella ricerca di una casa. L’organizzazione di incontri regolari è una parte dei compiti chiave del Centro che non devono servire solo allo scambio di informazioni sulla casa, ma anche a fornire indicazioni sulla necessità di azioni e opportunità concrete in questo ambito. Il prossimo incontro “Ricerca della casa per i rifugiati” avrà luogo il 9 aprile 2019. Vuole ricevere informazioni sul prossimo incontro e/o sull’ordine del giorno? La preghiamo di contattarci scrivendo una mail all’indirizzo willkommenszentrum@intmig.berlin.de. Sarà un piacere per noi fornirLe le informazioni richieste.

Lavorare a Berlino: ce l’abbiamo fatta! Donne immigrate si raccontano

Tre donne sedute su una sedia in una stanza illuminata di giallo durante una discussione.

Anche nel 2019 il Centro di benvenuto di Berlino organizza un salone narrativo incentrato sul tema “Lavorare a Berlino: ce l’abbiamo fatta! Donne immigrate si raccontano”. Quest’anno parteciperanno: i progetti delle donne e degli immigranti di Berlino BOX66, ISI e.V. , KOBRA, MUMM, Raupe und Schmetterling e.v., TIO e.V. e VIA – Associazione per il lavoro interculturale.
L’idea del salone di narrativa: donne, che negli ultimi 10 anni sono fuggite o immigrate a Berlino, raccontano ad altre donne come, nonostante tanti ostacoli, siano riuscite a trovare un lavoro o un corso professionalizzante corrispondente alle loro qualifiche e aspirazioni. Siamo alla ricerca di donne con storie di positive e incoraggianti che mostrino ad altre donne dove è possibile trovare aiuto e cosa si può fare per superare le crisi migratorie.
Le donne dovrebbero vivere da massimo 10 anni in Germania e condividere la loro storia davanti a un pubblico numeroso. Inoltre, non è in requisito fondamentale che le donne siano in grado di parlare tedesco.
Sarebbe disponibile a partecipare come esempio di riferimento? O conosce altre donne che sarebbero adatte per questa iniziativa? La preghiamo allora di contattarci tramite e-mail