Regole di convivenza

Due vicini parlano nel giardino al recinto

Tutti gli uomini hanno la stessa dignità umana e sono soggetti titolari di diritti umani fondamentali – lo Stato ha il dovere di attuare questi diritti.
Ogni persona ha dignità umana e gode di diritti. Questo vale per tutti gli uomini perché sono esseri umani – indipendentemente dal sesso, giovani o vecchi, credenti o meno, ebrei, cristiani, musulmani o di qualsiasi altra religione o credo, a prescindere dalla provenienza e dal fatto che siano ricchi o poveri. In Germania, lo Stato ha il dovere di rispettare e proteggere la dignità e i diritti di tutti gli esseri umani.

Gli uomini sono tutti diversi, ma come esseri umani sono tutti uguali. La discriminazione è vietata.
Davanti alla legge tutti gli uomini sono uguali. Uomini e donne hanno gli stessi diritti e la stessa libertà. Nessuno deve essere discriminato a causa del sesso, del “colore della pelle” (aspetto), della discendenza o provenienza, della religione o delle convinzioni personali, dell’identità sessuale o della disabilità. Tutti gli uomini devono trattarsi reciprocamente con rispetto e senza violenza.

La Costituzione della Repubblica Federale di Germania in lingua tedesca è disponibile sul sito del Bundestag (parlamento federale).

I bambini hanno diritti

Naturalmente, i diritti umani si applicano anche ai bambini. I bambini sono inoltre particolarmente vulnerabili. Pertanto, ci sono diritti che si applicano specificamente alle persone fino al compimento del 18° anno di età, i diritti dell’infanzia. Questi sono stati promulgati nel 1989 dalle Nazioni Unite in occasione di una Convenzione sui diritti dell’infanzia. La Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia contiene 54 articoli e si basa su quattro principi fondamentali: il divieto di discriminazione, il diritto alla vita e allo sviluppo personale, il diritto alla partecipazione e la priorità dell’interesse dei bambini. Il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF) riassume i dieci diritti fondamentali dei bambini come segue:
  • il diritto all’uguaglianza
  • il diritto alla salute
  • il diritto alla formazione
  • il diritto al gioco e allo svago
  • il diritto alla libertà di pensiero e alla partecipazione
  • il diritto a un’educazione non violenta
  • il diritto alla protezione in guerra e durante la fuga
  • il diritto alla protezione dallo sfruttamento economico e sessuale
  • il diritto alla cura da parte dei genitori
  • il diritto a particolari cure e assistenza in caso di disabilità
    È possibile consultare la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia sul sito del Ministero Federale per la Famiglia, gli Anziani, le Donne e i Giovani.
    Sul sito è disponibile anche l’opuscolo “Die Rechte der Kinder. Von logo! Einfach erklärt” (I diritti dei bambini spiegati semplicemente). Questo opuscolo spiega con un linguaggio semplice e comprensibile attraverso storie e immagini, che cos’è la Convenzione sui diritti dell’infanzia e che significato ha per i bambini e gli adolescenti.