Ingresso

Diverse persone arrivano a Berlino

Cosa mi serve per entrare in Germania?

Come cittadino di uno Stato membro dell’UE non c’è bisogno di visto per entrare in Germania. In Germania è possibile pertanto lavorare, seguire una formazione professionale o studiare all’università senza alcuna limitazione. Come tutti coloro che abitano stabilmente in Germania, una volta che ci si trasferisce in un’abitazione, è necessario iscriversi presso l’Ufficio comunale del quartiere. Le persone provenienti da Islanda, Lichtenstein, Norvegia e Svizzera sono equiparati ai cittadini UE, non hanno bisogno di visto e possono lavorare e studiare in Germania.

Ulteriori informazioni sono disponibili alla voce Obbligo di registrazione anagrafica (Meldepflicht) e sul Portale dei servizi di Berlino.

Le persone che non hanno la nazionalità di uno Stato membro dell’UE o di Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera necessitano di un visto d’ingresso in Germania. Se si prevede di soggiornare in Germania per un massimo di 90 giorni, è necessario il visto Schengen (categoria di visto C). Se si vuole entrare nel Paese per un soggiorno superiore a 90 giorni, ad esempio per motivi di studio, lavoro o ricongiungimento familiare, è necessario richiedere un visto nazionale (categoria di visto D) per lo scopo specifico prima dell’ingresso in Germania. Tuttavia, vi sono delle eccezioni all’obbligo del visto. Per sapere se si rientra in queste eccezioni e quindi si è esenti dall’obbligo di visto, consultare l’Elenco del Ministero degli Affari Esteri. In questo caso la persona può circolare in Germania per un periodo di sei mesi fino a un massimo di 90 giorni. I sei mesi decorrono dal giorno dall’ingresso nel territorio federale o nello spazio Schengen. In questo periodo è anche possibile entrare e uscire dalla Germania più volte, a condizione di non rimanere per più di 90 giorni in totale. Tuttavia, l’esenzione dal visto non si applica se si desidera soggiornare in Germania per più di 90 giorni. Per soggiorni di lunga durata, ad esempio per motivi di studio, lavoro o ricongiungimento familiare, sarà comunque necessario un visto nazionale per lo scopo specifico del soggiorno. È possibile entrare in Germania senza visto e richiedere un permesso di soggiorno ai sensi dell’articolo § 38a della Legge sul soggiorno (Aufenthaltsgesetz) solo dopo l’ingresso nel Paese se si è in possesso di un permesso di soggiorno permanente UE di un altro Stato membro.

I cittadini di Australia, Israele, Giappone, Giappone, Canada, Nuova Zelanda, Corea del Sud e Stati Uniti possono rimanere in Germania per più di 90 giorni. Se ci si vuole stabilire definitivamente in Germania, è possibile ottenere il necessario titolo di soggiorno (Aufenthaltstitel) anche dopo l’ingresso Lo stesso vale per i cittadini di Andorra, Brasile, El Salvador, Honduras, Monaco, San Marino e El Salvador, purché non intenda esercitare un’attività remunerata.
Ulteriori informazioni su questo tema sono disponibili qui

Dove posso fare domanda di visto?

Il visto deve essere richiesto prima dell’ingresso in Germania. La richiesta di visto può essere presentata presso l’ambasciata o il consolato generale competenti della Repubblica Federale di Germania nel Paese nel quale si vive attualmente. È importante richiedere un visto per lo scopo previsto del soggiorno. Il visto sarà inizialmente considerato come il “titolo di soggiorno”, necessario per intraprendere studi universitari, iniziare un lavoro o anche per la richiesta di ricongiungimento familiare.
La tassa attuale per la richiesta di visti Schengen è di 60,00 euro, per i visti nazionali di 75,00 euro. Le tasse esatte sono riportate nella Nota informativa sulle tasse dei visti.

La procedura per il rilascio di un visto può avere una durata variabile. Dipende dallo scopo del soggiorno previsto. Pertanto si consiglia di fare richiesta di visto per tempo:

Richiesta di visto per soggiorni brevi (fino a 90 giorni)

Richiesta di visto per soggiorni lunghi
Sul Sito del Ministero degli Affari Esteri sono disponibili tutte le rappresentanze della Repubblica Federale di Germania all’estero.

Un elenco di tutte le rappresentanze degli altri Stati in Germania è disponibile sempre sul sito del Ministero degli Affari Esteri.