Diritto di soggiorno

Una coppia riceve consigli sul diritto di soggiorno

Che cos’è l’obbligo scolastico?

In Germania ogni bambino dal 6° anno di età ha l’obbligo di frequenza della scuola. L’obbligo scolastico dura dieci anni o fino al 18° anno d’età. Un’esenzione da tale obbligo non è generalmente possibile.
Il filmato “La scuola a Berlino”, nel quale viene spiegato il sistema scolastico a Berlino, è disponibile in lingua tedesca, bulgara, turca e araba sul sito del Dipartimento amministrativo del Senato per l’istruzione, i giovani e la famiglia.
Ulteriori informazioni sulle scuole e l’istruzione sono disponibili alla voce Scuola.

Come trovo una scuola?

Di regola i bambini con poca o nessuna conoscenza del tedesco frequentano prima una classe di benvenuto in cui imparano il tedesco. Le famiglie immigrate da poco con bambini in età di obbligo scolastico senza o con scarsa conoscenza della lingua tedesca devono quindi rivolgersi ai centri di coordinamento per le classi di benvenuto del quartiere in cui vivono. Qui viene verificato il livello linguistico e al bambino viene assegnato un posto a scuola adeguato al suo livello. Il volantino informativo per i nuovi arrivati a Berlino sulla procedura di iscrizione a scuola e un elenco dei centri di coordinamento, è disponibile in tedesco e in inglese qui. Per i rifugiati sono disponibili informazioni specifiche (in tedesco e inglese) qui.
Per una panoramica del sistema scolastico a Berlino e i vari tipi di scuola, consultare la homepage del Dipartimento amministrativo del Senato per l’istruzione, i giovani e la famiglia

Diritto di soggiorno (Aufenthaltstitel) h2. Mi serve un titolo di soggiorno?

Se come cittadino di uno Stato membro dell’UE si desidera trasferirsi a Berlino, il titolo di soggiorno non serve. Basta avere solo una carta di identità valida. I cittadini dell’UE hanno il diritto di soggiorno se si svolge un’attività remunerata o (per un certo periodo di tempo) si è alla ricerca di lavoro. In qualità di cittadini dell’UE senza attività remunerata oppure come studenti, è necessario disporre di mezzi sufficienti al sostentamento, compresa l’assicurazione sanitaria. Per quanto riguarda il titolo di soggiorno, i cittadini provenienti da Islanda, Lichtenstein e Norvegia sono equiparati ai cittadini dell’UE. Le persone provenienti dalla Svizzera ricevono, a pari condizioni, un permesso di soggiorno svizzero, che, dopo cinque anni, si trasforma in un permesso di soggiorno svizzero a tempo indeterminato. Il fatto che i cittadini UE siano liberi di lavorare in qualsiasi Stato membro dell’UE alle stesse condizioni dei lavoratori nazionali, li esonera dall’obbligo di un permesso di lavoro (Arbeitserlaubnis) speciale.

Se si proviene da un Paese al di fuori dell’UE e si prevede di soggiornare per un massimo di 90 giorni senza esercitare un’attività remunerata, sono disponibili informazioni più dettagliate sull’obbligo di visto sulle pagine del Centro di benvenuto di Berlino.

Se proviene da un Paese al di fuori dell’UE e desidera vivere in Germania per un periodo più lungo, il suo visto è collegato allo scopo del soggiorno previsto. Di regola bisogna quindi prima fare richiesta di visto presso l’ambasciata tedesca o il consolato tedesco nello Stato in cui vive. Dopo l’entrata in Germania può fare richiesta di rilascio di un titolo di soggiorno valido per un periodo più lungo presso l’Ufficio stranieri (Ausländerbehörde).
Per altre informazioni, consultare le pagine sul visto del sito del Centro di benvenuto di Berlino; le eccezioni dall’obbligo di visto sono disponibili sulle pagine del sito del Centro di benvenuto di Berlino.

Se si vive in Germania come cittadino di uno Stato non UE con titolo di soggiorno valido, è possibile richiedere un permesso di soggiorno per il ricongiungimento familiare per il coniuge o il partner dello stesso sesso o i figli minorenni a determinate condizioni Questo si applica anche ai genitori i cui figli minorenni hanno ottenuto un permesso di soggiorno o un permesso di residenza ai sensi di specifiche disposizioni della Legge sul soggiorno e di cui nessun genitore con diritto alla tutela si trova in Germania. Qui sono disponibili le informazioni sulle diverse condizioni per il rilascio del permesso di soggiorno:
Permesso di soggiorno per coniugi, genitori e bambini di familiari stranieri
Permesso di soggiorno per coniugi e bambini di tirocinanti, studenti, scienziati e insegnanti stranieri
Permesso di soggiorno per coniugi e bambini in possesso di una carta blu UE
Permesso di soggiorno per coniugi, genitori e bambini beneficiari di protezione sussidiaria

Anche i coniugi, i partner dello stesso sesso, i figli minorenni di cittadini tedeschi e i genitori di figli minorenni tedeschi possono richiedere un permesso di soggiorno per ricongiungersi alle proprie famiglie.
Informazioni dettagliate e un elenco dei documenti necessari sono disponibili sul Portale dei servizi di Berlino.

Per poter lavorare, come cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione Europea, oltre al permesso di soggiorno è necessario un permesso di lavoro.

Quali sono i diversi permessi di soggiorno e altre forme di status?

La Legge sul soggiorno (Aufenthaltsgesetz) riconosce i seguenti titoli di soggiorno:

  • visto
  • permesso di soggiorno (Aufenthaltserlaubnis)
  • permesso di residenza (Niederlassungserlaubnis)
  • carta blu UE (Blaue Karte-EU)
  • permesso di soggiorno permanente UE (Erlaubnis zum Daueraufenthalt-EU)
  • carta ICT

Un visto è un titolo di soggiorno indipendente rilasciato da una rappresentanza straniera per l’ingresso in Germania e per il primo periodo successivo all’ingresso. Un visto Schengen (categoria di visto C) viene rilasciato per un soggiorno di breve durata fino a un massimo di 90 giorni, mentre un visto nazionale (categoria di visto D) è emesso per un soggiorno di lunga durata superiore a 90 giorni.

Il permesso di soggiorno è rilasciato dall’Ufficio stranieri (Ausländerbehörde). In linea di massima è a tempo determinato e legato a uno scopo. Può essere concesso per vari motivi, quali la formazione o l’esercizio di un’attività remunerata, la creazione di un’impresa, il diritto internazionale, motivi umanitari, politici o familiari.

Il permesso di residenza è un titolo di soggiorno a tempo indeterminato e autorizza all’esercizio di un’attività remunerata. Dopo il rilascio di questo permesso, il soggiorno non è più legato a uno scopo preciso.

La carta blu UE è un permesso di soggiorno per persone altamente qualificate e laureate che non provengono dall’UE. Questo permesso di soggiorno è rilasciato per un massimo di quattro anni o per la durata del contratto di lavoro a tempo determinato ai quali si aggiungono tre mesi e presuppone un rapporto di lavoro in essere o una concreta offerta di lavoro con uno specifico reddito minimo. In qualità di titolare di Carta blu UE, è possibile ottenere un permesso di residenza a condizioni semplificate.

Il permesso per il soggiorno permanente UE è un titolo di soggiorno a tempo indeterminato che consente la libera circolazione all’interno dell’Unione Europea.

La Carta ICT è un titolo di soggiorno per dirigenti, specialisti o stagisti che lavorano in un’azienda in un altro Paese dell’UE e sono distaccati in una filiale dello stesso gruppo in Germania.

Un Elenco dettagliato fornisce una panoramica dei diversi permessi di soggiorno che possono essere rilasciati per l’esercizio di un’attività remunerata o per formazione. Si prega di notare che in questo riepilogo generale i permessi di soggiorno si trovano nella barra di navigazione sinistra.

I titoli di soggiorno per il ricongiungimento familiare (Familienachzug) sono rilasciati per consentire la costituzione e il mantenimento dell’unità familiare in Germania. Il ricongiungimento familiare è possibile con cittadini tedeschi, ma anche con cittadini extra UE che vivono in Germania e dispongono di un titolo di soggiorno. È generalmente limitato ai coniugi o ai partner registrati e al ricongiungimento dei figli minori con i genitori e viceversa. Altri membri della famiglia, come figli maggiorenni, fratelli adulti, nonni, zii, possono ricongiungersi solo in casi eccezionali particolarmente difficili.

I titoli di soggiorno per motivi umanitari possono essere rilasciati in particolare se l’Ufficio federale per l’immigrazione e i rifugiati ha constatato la necessità di protezione nell’ambito della procedura di asilo. Tuttavia, possono essere concessi, ad esempio, anche a persone che sarebbero obbligate a lasciare la Germania, ma che vivono in Germania da almeno otto anni (quattro per gli adolescenti), si sono integrate bene e soddisfano una serie di altri requisiti.

La sospensione temporanea del provvedimento di espulsione (status di straniero tollerato, Duldung) non è un permesso di soggiorno. Essa viene concessa quando l’interessato non è in possesso di un titolo di soggiorno valido, ma non può essere espulso. La sospensione temporanea del provvedimento di espulsione può cessare in qualsiasi momento, qualora venga meno l’ostacolo all’espulsione. Essa è legata a notevoli limitazioni con riguardo all’accesso al mercato del lavoro e alle prestazioni sociali.

Un’autorizzazione di lavoro (Beschäftigungserlaubnis) può essere rilasciata solo se accompagnata da un titolo di soggiorno o da una sospensione temporanea del provvedimento di espulsione, che devono essere esplicitamente indicati nel titolo di soggiorno.

I rifugiati che hanno fatto richiesta di asilo ricevono per tutta la durata della procedura di asilo un’autorizzazione di soggiorno provvisorio.

Per fare richiesta di permesso di soggiorno, di un permesso di residenza, di una carta blu UE o di un permesso di soggiorno permanente UE, basta inserire il proprio indirizzo postale per trovare l’Ufficio stranieri più vicino della zona in cui abita.

Dove posso fare richiesta di un titolo di soggiorno?

Il visto viene rilasciato dalla rappresentanza straniera competente della Repubblica Federale di Germania e qui deve essere richiesto.

Gli altri titoli di soggiorno possono essere richiesti in Germania presso il rispettivo Ufficio stranieri competente. Se si vuole fare richiesta di un titolo di soggiorno a Berlino, è consigliabile fissare per tempo un appuntamento presso l’Ufficio stranieri per evitare lunghe attese.

L’Ufficio stranieri raccomanda di procedere alla registrazione dell’abitazione a Berlino prima di fissare l’appuntamento. Ulteriori informazioni sulla procedura di registrazione a Berlino sono disponibili alla voce Obbligo di registrazione (Meldepflicht).

Quali documenti vanno presentati all’Ufficio stranieri sono elencati sul sito dell’Ufficio stranieri di Berlino. È importante sapere che solo una richiesta completa di tutti i documenti può essere elaborata.