KaDeWe

KaDeWe

  • KaDeWe© dpa
  • KaDeWe© dpa
Il più famoso grande magazzino berlinese è la KaDeWe (Kaufhaus des Westens, ovvero “grande magazzino dell’Ovest”), autentico paradiso dello shopping e chiaro punto di riferimento, facile da identificare sulla Wittenberg Platz. Con i suoi 60 mila mq (l’equivalente di 9 campi di calcio), 380 mila articoli e 40 mila visitatori al giorno, è il grande magazzino più esteso e leggendario d’Europa.

La KaDeWe inizia la sua vita commerciale nel 1907 e da allora rimane una presenza costante a Berlino. I suoi alti e bassi rispecchiano quelli della città. Metropoli del consumo dalla Prima guerra mondiale agli anni Venti, poi la Grande Depressione, gli anni del nazismo, la Seconda guerra mondiale, la Guerra fredda, il Progresso degli anni Cinquanta e, infine, la riunificazione del 1989: da tutta la tormentata storia del 20° secolo la KaDeWe è uscita indenne, conservando intatta la sua affascinante immagine, a metà tra il tempio del consumismo e l’istituzione berlinese. Il centenario è stato festeggiato con grandi celebrazioni e un’immensa torta esposta nei 500 mq del foyer. Tra gli ospiti, molte celebrità e naturalmente il sindaco, Klaus Wowereit.

Che si scelga di curiosare tra le ceramiche, di farsi venire l’acquolina in bocca di fronte a ostriche e champagne o di comprare pralinen nell’impareggiabile reparto del cioccolato al sesto piano, o ancora di passeggiare pigramente nelle aree dedicate alla moda, qui lo shopping è più che un’insaziabile appetito, è un viaggio tra tutto ciò che conta nel mondo dei consumi.

Fotogalleria

KaDeWe- Kaufhaus des Westens Berlin

  • Außenansicht des KaDeWe© dpa
    Außenansicht des KaDeWe
  • KaDeWe Berlin© KaDeWe Berlin
    KaDeWe Berlin
  • KaDeWe im Herbst© www.enrico-verworner.de
    KaDeWe im Herbst

KaDeWe: 100 Jahre Kaufhaus des Westens

  • KaDeWe wird 100© © KaDeWe Presseabteilung, Berlin
    KaDeWe wird 100
  • KaDeWe wird 100© © KaDeWe Presseabteilung, Berlin
    KaDeWe wird 100
  • KaDeWe wird 100© © KaDeWe Presseabteilung, Berlin
    KaDeWe wird 100

Kurfürstendamm

  • Kurfürstendamm in Berlin© dpa
    Kurfürstendamm in Berlin
  • Kurfürstendamm in Berlin© dpa
    Kurfürstendamm in Berlin
  • Gedächtniskirche in Berlin© dpa
    Gedächtniskirche in Berlin
Il grande magazzino fu inaugurato a Wittenberg Platz nel 1907 (dieci anni prima della Rinascente milanese), su una superficie di 24 mila mq di proprietà dell’imprenditore ebreo Adolf Jandorf. Progettata dall’architetto Emil Schaudt, la KaDeWe cominciò subito a servire la sempre più facoltosa classe media del quartiere di Tiergarten. Nel 1927 il grande magazzino fu acquistato dalla società Warenhaus Hermann Tiez AG, da cui prenderà il nome il gigante tedesco HERTIE, che entrerà a fare parte del gruppo. Fondatrice di HERTIE era la famiglia ebrea Tietz, in affari fin dal 1882, che entrò nella storia del commercio ideando un nuovo modello commerciale che fu poi esportato negli Stati Uniti: grandi quantità, prezzi fissi e bassi profitti unitari. Nel 1926 Tietz comprò il grande magazzino di Adolf Jandorf – la KadeWe – che era già il principale grande magazzino d’Europa, con un giro d’affari di 128 milioni di Reichsmark (circa 30 milioni di dollari dell’epoca) e 18 mila dipendenti. Nel 1931 furono aggiunti due piani ai cinque già esistenti. Altre modifiche sarebbero state apportate negli anni Novanta, per esempio il piano superiore con il Giardino d’Inverno, dove oggi si trova il Ristorante self-service.

Alla Depressione del 1929 seguì la salita al potere dei nazisti e a partire dal 1933, anno d’istituzione della prima legge razziale, la società fu boicottata. Costretta a vendere le proprie azioni, la famiglia Tietz lasciò la Germania, ma il grande magazzino riuscì a sopravvivere. Il pacchetto azionario fu acquistato da Georg Karg, al quale fu garantito un credito di undici milioni da parte del ministero del Commercio. Nel 1949 fu riconosciuto un indennizzo agli eredi della famiglia Tietz e la Fondazione Karg cedette il testimone al gruppo Hertie nel 1972.

Nel 1943 un aereo americano precipitò sull’edificio, che fu ricostruito dopo la Seconda guerra mondiale (a differenza del concorrente Wertheim, in Leipzigerstrasse, che fu raso al suolo dalle autorità della Repubblica democratica).

La KaDeWe riaprì il 3 luglio 1950, celebrando l’evento con oltre 180 mila visitatori. Il miracolo economico era alle porte e il nuovo look del grande magazzino comprendeva allora una sala dedicata alla gastronomia, oltre a un diffuso tocco di lusso e fascino. Nei giorni del 1989 che seguirono alla riunificazione, la KadeWe fu invasa da un vero e proprio fiume di visitatori, affamati di “occidentalità”. Nel 1994 il gruppo Hertie fu sostituito da Kardstadt Quelle. L’ultimo rinnovamento è del 1996, quando alla gastronomia furono dedicati due interi piani, per un totale di 60 mila mq, molto apprezzati sia dai Berlinesi sia dai turisti.

Informazione

Brandenburg Tor
© dpa

Monumenti di Berlino

Attrazioni, palazzi e monumenti di Berlino con indirizzi, informazioni, immagini e mezzi di trasporto. Inoltre edifici storici, chiese, cimiteri, architettura e sculture. più

fonte: Berlin.de | Il materiale pubblicato (testi, foto etc.) su questo sito è di proprietà di BerlinOnline Stadtportal GmbH & Co. KG o dei suoi licenzianti. La riproduzione, copia, pubblicazione, distribuzione, totale o parziale, è espressamente vietata.

| Aktualisierung: 19. novembre 2015