Charlottenburg-Wilmersdorf: il distretto centrale di Berlino Ovest

Link zu: U-Bahn-Eingang Kurfürstendamm, 28.10.2005
U-Bahn-Eingang Kurfürstendamm, 28.10.2005 Immagine: Bezirksamt, KHMM

Il 1° gennaio 2001 i precedenti distretti berlinesi di Charlottenburg e Wilmersdorf vengono unificati nel nuovo distretto di Charlottenburg-Wilmersdorf, con una popolazione di circa 315.000 abitanti. È il distretto centrale di Berlino Ovest, quello con la Kurfürstendamm, suo cuore pulsante. Ma questo distretto ha molto di più da offrire: dalla Gedächtniskirche al Teufelsberg, la Montagna del Diavolo, dall’ Havelstrand al Politecnico, dallo Stadio Olimpico all’ Horst-Dohm-Eisstadion, dal Castello Charlottenburg al Parco di Wilmersdorf, dalla Deutsche Oper al Teatro Schaubühne…

Link zu: Schloss Charlottenburg
Schloss Charlottenburg Immagine: Bezirksamt, KHMM

Al villaggio di Lietzow viene fatto accenno per la prima volta nel 1239 col nome di Lucene. Dal 1695, con la costruzione del Castello di Lietzenburg, assunse un significato speciale. Il principe elettore Federico III, il futuro re di Prussia Federico I, donò alla propria sposa Sophie Charlotte il comune di Lietzow e l’area circostante per costruirvi la Residenza estiva. A sud del castello, sull’odierna Schloßstraße, si sviluppò un piccolo insediamento di funzionari di corte. Dopo la morte prematura della regina, il castello e l’insediamento furono ribattezzati nel 1705 col nome di Charlottenburg. Nello stesso anno il re concesse all’insediamento i diritti municipali e nel 1720 il villaggio di Lietzow divenne Charlottenburg.

Link zu: Theater des Westens
Theater des Westens Immagine: Bezirksamt, KHMM

Da 1878, con il Politecnico, cominciò a svilupparsi l’odierna Università berlinese delle Arti di Charlottenburg, un importante centro scientifico e tecnico per la Siemens e per altre aziende ed istituti.
Alla fine del XIX Secolo, con l’ampliamento della Kurfürstendamm a boulevard metropolitano, si sviluppò un centro attorno a Charlottenburg e a Wilmersdorf, che ben presto iniziò a fare una vivace concorrenza al vecchio centro di Berlino Unter den Linden ed alla Friedrichstraße. La combinazione di cultura ed allo stesso tempo commercio e gastronomia, in gran parte nelle generose abitazioni delle due giovani città di Charlottenburg e Wilmersdorf, divenne nell’arco di pochi anni uno dei punti di attrazione principali del vecchio comprensorio berlinese.

Link zu: Funkturm
Funkturm Immagine: Bezirksamt, KHMM

Nel 1920 venne fondata la Grande Berlino e Charlottenburg e Wilmesdorf ne divennero distretti. Negli anni 20 “Berlino W” conobbe il proprio apice come centro occidentale di Berlino intorno alla Kurfürstendamm di Charlottenburg e Wilmersdorf e come secondo centro e zona di passeggio universalmente riconosciuta: moderni cinema, teatri, cabaret, riviste, café da ballo ed eleganti negozi attiravano allo stesso modo turisti e berlinesi nel centro occidentale della città. Chi voleva conoscere la Berlino storica poteva recarsi all’Alexanderplatz e passeggiare dai Linden alla Porta di Brandeburgo.
Chi desiderava conoscere la Berlino moderna, vivace ed internazionale al passo coi tempi, doveva cercarla „intorno alla Gedächtniskirche”, come recitava allora una popolare cabaret.
Per lo scrittore americano Thomas Wolfe la Kurfürstendamm a quei tempi era “il più grande locale d’Europa”.

Link zu: Olympiastadion
Olympiastadion Immagine: Bezirksamt, KHMM

Ma i nuovi distretti berlinesi di Charlottenburg e Wilmersdorf non erano solo il centro occidentale della città. Comprendevano anche villaggi residenziali come Westend e Grunewald, estese zone residenziali, come a Schmargendorf, nel quartiere Rheingauer intorno alla Rüdesheimerplatz, nel complesso di Eichkamp o sulla Heerstraße, ma anche moderni centri residenziali come il quartiere di Siemensstadt. Una volta comprendeva anche estesi giardini e gran parte del bosco di Grunewald, meta di escursioni amata da tutti i berlinesi.
E poi l’ area fieristica con la Torre della Radio aperta nel 1926, l’Avus, il primo circuito da corse in Germania fatto costruire nel 1921 e lo Stadio Olimpico, eretto in occasione dei Giochi Olimpici nel 1936.

Link zu: Kaiser-Wilhelm-Gedächtniskirche
Kaiser-Wilhelm-Gedächtniskirche Immagine: Bezirksamt, KHMM

Il nazismo distrusse molto di tutto ciò, soprattutto attraverso l’allontanamento e l’assassinio della popolazione ebraica. Charlottenburg e Wilmersdorf a partire dagli anni 20 erano i 2 distretti che ospitavano la maggior parte della popolazione ebraica. Molti ebrei avevano un ruolo di primo piano nel potere seducente di Berlino Ovest, come imprenditori, artisti, intellettuali, scrittori e mecenati. Dopo che le stesse fondamenta di questo successo furono distrutte, durante la Seconda Guerra mondiale la distruzione divenne anche visibile, con l’annichilimento di gran parte del prezioso patrimonio edilizio. Il campanile diroccato della Gedächtniskirche è stato conservato come monumento commemorativo contro la guerra.

Link zu: Europa-Center
Europa-Center Immagine: Bezirksamt, KHMM

Un altro risultato visibile dopo lo sgombero delle macerie della Seconda Guerra mondiale è il Teufelsberg, la Montagna del Diavolo, con i suoi 115 metri è alta come le più alte colline naturali di Berlino, le Müggelberge di Köpenick. Nuovi edifici sono stati costruiti: nel 1958 la Le-Corbusier- Haus, nel 1960 il Paul Hertzsettlement e nel 1982 l’edificazione dell’autostrada metropolitana sulla Schlangenbader Straße.
Con la divisione della città, quella che era stata la filiale del centro cittadino diviene il nuovo centro di Berlino Ovest, la “vetrina dell’ovest”. Vengono eretti i nuovi simboli, come l’Europa-Center e l’Internationale Congress Centrum ICC.

Link zu: Mercedes-Welt und Smart-Center
Mercedes-Welt und Smart-Center Immagine: Bezirksamt, KHMM

Dopo la caduta del muro nel 1989 ritorna la competizione tra i due i centri di Berlino, e la molteplicità della città ne asseconda l’incanto. A partire dal 1990 il centro occidentale subisce un continuo processo di modernizzazione e nel distretto di Charlottenburg-Wilmersdorf sorgono importanti edifici, perfino un nuovo quartiere nella città della Sprea tra il Landwehrkanal e la Sprea, che si riallaccia alla tradizione economica e scientifica di Charlottenburg. Dal 2009 una gigantesca ruota panoramica sorgerà al Bahnhof Zoo per attrarre sempre nuovi turisti.
Ma anche oggi si può affermare che chi conosce il centro occidentale ha ancora molto da scoprire sul distretto Charlottenburg-Wilmersdorf: dal Waldbühne (Teatro della Foresta) al Bar jeder Vernunft, dalla torre Grunewaldturm al Museo Berggruen …